top of page

Farmaci on-line

Come tutelarsi e dove acquistarli?

Negli ultimi anni l’acquisto di farmaci in internet ha subito un incremento che ha interessato l’Unione Europea e l’Italia.

La direttiva Europea 2011/62, convertita nella legge 248/2006, ha introdotto una serie di misure di prevenzione per tutelare il consumatore che acquista farmaci on-line.

La direttiva è finalizzata a ridurre l’accesso e la vendita dei farmaci illegali via internet.

E’ bene sapere che in Italia si possono acquistare on-line solo i farmaci che non richiedono la prescrizione medica, quelli c.d. da banco.

Tutti gli altri farmaci non possono essere venduti lecitamente via internet.

La normativa prevede che il sito web abbia un “marchio” identificativo: una croce bianca su sfondo verde.

In assenza del marchio identificato, il sito on-line che vende farmaci non è legale.

Oggi in Italia i farmaci possono essere venduti on-line solo da farmacie autorizzate dal Ministero della Salute.

L’elenco delle farmacie autorizzate è disponibile sul sito del Ministero della Salute, dove è bene controllare prima di acquistare il prodotto.

La richiesta dei farmaci on-line da parte del consumatore è aumentata anche perchè il loro prezzo è inferiore.

In realtà, secondo le recenti ricerche effettuate dall’Agenzia Italiana del Farmaco,  il costo del farmaco è ridotto perchè il principio attivo è inferiore rispetto a quello normalmente previsto per quel farmaco o è del tutto assente.

Ma vi è di più, per ridurre i costi, i farmaci venduti illegalmente non rispettano la data di scadenza, il confezionamento e la conservazione durante il trasporto.

Comprare un farmaco da un sito illegale è rischioso per la salute.

E’  consigliabile fare riferimento al proprio farmacista di fiducia per l’acquisto del farmaco, ma in caso di necessità si possono cercare le farmacie on-line autorizzate dal Ministero della Salute, facendo attenzione che sia presente sul sito il marchio identificativo.

Comments


bottom of page