top of page

Privacy in vacanza

Il Garante per la protezione dei dati personali ha recentemente pubblicato un vademecum con vari accorgimenti da adottare in vacanza a tutela della privacy.

Vediamone insieme alcuni:

1- SELFIE e FOTO

Nonostante la dilagante moda dei selfie, non tutti apprezzano di essere fotografati e taggati nelle foto.

Per evitare di violare la loro privacy è bene chiedere il consenso prima di inserire i tag con nomi e cognomi altrui.

E’ possibile controllare i post nei quali si viene taggati direttamente dalle impostazioni del diario e dei tag di  Facebook.

Una particolare attenzione va riposta quando si scattano e si pubblicano on-line foto e video che ritraggono dei minori.

Il rischio è che le immagini dei propri figli o dei loro amici, una volta pubblicate on-line, finiscano in siti pedopornografici.

Il codice della Privacy autorizza la pubblicazione delle immagini di minori solo con il consenso esplicito dei genitori.

E’ preferibile, quindi, rendere non riconoscibile il volto del bambino: pixellando o sovrapponendo una emoticon sul viso per renderlo irriconoscibile.

Si andrà così a tutelare la sua privacy e si eviteranno le ire dei genitori.

2- LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICA

Un’altra abitudine è quella di geo-localizzarsi in partenza per le vacanza o direttamente dalle location delle ferie.

Così facendo, soprattutto per chi ha un profilo social aperto, si forniscono informazioni ad estranei su dove si è e ci si espone involontariamente al rischio di essere, ad esempio, derubati.

Non a caso il boom dei furti in appartamento si realizza proprio nei mesi estivi: i ladri sanno quando la casa è vuota ed agiscono indisturbati.

Il Garante invita, infatti, a non  indicare la data della partenza, del rientro e a non precisare la durata della vacanza.

A tutela della propria privacy, si può disattivare l’opzione di geo-localizzazione automatica dal cellulare, dal tablet e dai social network.

Così facendo non si forniscono informazioni a terzi che ci espongono al rischio di amare sorprese al ritorno dalle ferie.

3- FREE WI-FI

Soprattutto all’estero, ci si può trovare ad utilizzare la connessioni wi-fi offerta da bar, ristoranti e hotel.

La rete wi-fi dalla quale ci si connette è accessibile a chiunque e questo la rende vulnerabile.

Connettendosi ci si espone al rischio che i propri dati, le foto e più in generale tutte le informazioni  contenute nel nostro cellulare vengano copiati e derubati.

A tutela della propria privacy, si deve evitare di accedere alle connessioni open inserendo il proprio indirizzo e-mail, la password o loggandosi tramite il proprio account social.

E’ consigliato, inoltre, effettuare, un aggiornamento costante dei software e dei programmi antivirus per garantire una maggiore protezione dei propri dati.

Un suggerimento per navigare in tutta sicurezza? Basterà acquistare una sim locale con la connessione dati e si eviterà ogni tipo di rischio.

コメント


bottom of page